Diesel

Una delle maggiori priorità delle persone, oggi più che mai, ma comunque da sempre, è la ricerca del risparmio. Questa scelta, più che giustificata, è comprensibile se teniamo conto del fatto che, una scelta come la propria automobile, comporta delle spese costanti e non solamente una tantum. Per questo talvolta esistono famiglie che prediligono il Diesel ad altri motori, incluso l’elettrico.

Se consideriamo questa realtà, come un punto fermo, è facile intuire come le principali motivazioni siano legate al prezzo di listino e ai costi di gestione/manutenzione, che sono decisamente più alti attualmente, nei veicoli elettrici piuttosto che nei diesel. Ciò dipende principalmente dalla giovinezza della tecnologia su cui essi si basano.

Dovremmo aggiungere a tutto questo, anche il prezzo del carburante e dello smaltimento.Nelle auto elettriche, infatti, una volta esauritasi la batteria, è necessario sostituire l’intero veicolo, con dei costi di smaltimento considerevoli. Questo tipo di problema, è ovviamente assente nei veicoli diesel.

Prese singolarmente, possono apparire come cose prive di importanza, ma tutte insieme, mostrano come la tecnologia dell’elettrico abbia ancora molte cose da migliorare debba crescere per poter sfruttare a pieno le proprie potenzialità.

Ecco per quali ragioni i clienti preferiscono ancora il Diesel all’elettrico

Nonostante quindi l’aria di novità che portano con se le automobili elettriche, mista a caratteristiche convenienti per guidatore e ambiente, esse sono ancora lontane dallo spodestare la supremazia del diesel. Per le ragioni sopra elencate, il motore di vecchia concezione sembra ancora dominare in toto, il mercato.

Dati alla mano infatti è evidente come il motore basato sul combustibile liquido sia di gran lunga preferito rispetto a quello ad elettroni, il quale è finito in uno stato di stallo, con margine di crescita poco ampio.