incentivi bonus autoIl momento migliore per cambiare auto e godere di tutti i vantaggi trasversali del passaggio alla mobilità sostenibile è arrivato. Tra EcoBonus ed iniziative locali sono tantissimi gli incentivi da sfruttare per rimodulare in positivo la spesa per una vettura nuova o usata. Tra i capisaldi del Decreto Semplificazioni vi sono, per alcune Regioni Italiane, fino a 10.000 Euro oltre la possibilità di ottenere il Bollo Gratis dopo le tante promesse infruttuose del Governi che si sono susseguiti. Ecco dove si risparmia di più.

 

Incentivi con bonus mobilità 2020: porta a casa la tua auto e non pagare il bollo

Ci sono Comuni in cui è più facile ottenere i bonus da 1.750 euro a 10.750 euro. Questi si sommano addirittura ad eventuali altri sconti presenti a livello nazionale e regionale. L’unica cosa da considerare è che non dureranno in eterno.

Regioni come L’Emilia Romagna, ad esempio, offrono il bollo auto azzerato per tutti coloro che passano alle ibride con previsto pagamento dell’imposta di possesso fino a 191 euro. L’esenzione dura per ben tre anni consecutivi a partire dalla prima richiesta da fare per nuova immatricolazione. Rientrano in tale contesto le vetture con alimentazione benzina-elettrico, benzina-idrogeno, gasolio-elettrico, metano-elettrico o gpl-elettrico.

A Milano si registrano gli incentivi maggiori equiparabili a quelli presenti in questa lista:

  • per le auto a benzina Euro 6, contributo pari al 50% del costo totale, massimo 4.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • auto Gpl o benzina/Gpl e metano o benzina/metano, contributo pari al 50% del costo totale, massimo 5.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • per le auto ibride, contributo pari al 60% del costo totale, massimo 6.000 euro, obbligo di rottamazione;
  • auto elettriche, contributo pari al 60% del costo totale con obbligo di rottamazione, importo massimo del contributo 9.600 euro.

L’Aquila offre invece un piano di sconto al 30% sul totale de monte spesa per veicoli elettrici, Il massimale per clienti aventi Partita IVA è di 8.000 Euro che si assestano a 4.000 Euro per clienti privati. In questo ultimo caso non è però previsto un sistema di sconto cumulativo con altre campagne promozionali indette da Stato, Regione e Governo.