NASALa NASA sembra proprio intenzionata a comprare le rocce lunari da colore che decideranno di cimentarsi nella nuova attività; la Luna potrebbe diventare dunque una miniera. L’obiettivo è quello di incentivare le attività commerciali sul satellite in un progetto che potrebbe aiutare l’uomo nelle sue future esplorazioni sia sul satellite che in direzione di Marte. La proposta però non ha suscitato solo pareri positivi; in molti sono dubbiosi riguarda lo sfruttamento delle risorse spaziali.

Il progetto per una miniera lunare rientra in Artemis, il piano per raggiungere nuovamente la Luna entro il 2024. Il progetto, voluto fortemente dal presidente Donald Trump, sembra però talmente complesso che non sarà facile rispettare i tempi che la Casa Bianca avrebbe imposto.

NASA: il progetto Artemis

 

Il progetto Artemis della NASA prevede l’invio di una navicella con a bordo un equipaggio; la spedizione dovrebbe atterrare nei pressi del Polo Sud lunare invece che nella zona equatoriale, sito del primo viaggio sulla Luna. L’obiettivo è verificare la presenza di crateri contenti acqua nella parte oscura della Luna. In caso di presenza di ghiaccio sarebbe molto più semplice poter organizzare delle colonie lunari di tipo permanente e, magari un giorno, sfruttarli come propellente nel viaggio verso Marte.

La dirigenza della NASA sembra dunque ormai convinta che le iniziative pubbliche non posano più bastare nella corsa verso lo spazio. Proprio in virtù di ciò l’agenzia spaziale sta cercando di incentivare progetti finanziati da privati che possano aiutare a sviluppare nuove soluzioni sia per raggiungere la Luna che per sfruttarne le risorse.