fortnite-ban-apple-problemi-gioco-download-ios-android

Nella disputa sulle tariffe nell’App Store, Apple parte con un contrattacco e ora chiede un risarcimento ai creatori del popolare gioco online “Fortnite”. La società di sviluppo Epic Games ha violato il suo contratto con Apple e ha illegalmente ingannato il gruppo per le entrate, secondo una domanda presentata martedì in California.

La controversia potrebbe in ultima analisi influenzare il modo in cui le app vengono vendute sugli smartphone. In particolare, parliamo della quantità di denaro che piattaforme come l’App Store di Apple o il Google Play Store possono trattenere dal prezzo di acquisto.

Apple parte al contrattacco contro Epic Games

Epic non voleva più aderire al requisito in vigore, da oltre un decennio, secondo cui gli oggetti virtuali nel gioco su iPhone e iPad possono essere offerti solo attraverso il sistema di acquisti in-app di Apple. Secondo questo sistema, inoltre, Apple trattiene il 30% su ogni acquisto che avviene sulla piattaforma.

Dopo che Apple ha rifiutato le modifiche ai termini e alle condizioni, gli sviluppatori hanno integrato nell’app l’opzione contrattualmente vietata per acquistare gli articoli direttamente da Epic. A tale scopo, ad agosto è stata attivata una funzione nascosta nell’applicazione che Epic aveva nascosto ai revisori delle app di Apple.

Lo stesso giorno, Apple ha lanciato “Fortnite” con riferimento alla violazione delle regole dall’App Store . Epic è immediatamente andata in tribunale accusando Apple di concorrenza sleale. Il produttore di iPhone ha criticato il fatto che i produttori di “Fortnite” alla fine volessero creare il proprio app store all’interno della piattaforma Apple. Non sappiamo come andrà a finire, ma questa “guerra” potrebbe segnare un cambiamento nelle app e nei giochi virtuali.