internetUn guasto al router domestico significa solo una cosa, niente internet a casa fino all’arrivo del tecnico; ma anche a quel punto sorge l’annoso problema, sarebbe meglio acquistarlo nuovo o ripararlo? La stragrande maggioranza delle persone tende a lasciare il modem domestico costantemente acceso, salvo rari casi straordinari.

Tuttavia la costante connessione alla rete internet può rappresentare non pochi problemi dal punto di vista della sicurezza, il router rappresenta la porta a internet di casa nostra e in generale di tutti i dispositivi ad esso connessi; il problema è che una porta può essere usata sia per uscire che per entrare. Se un hacker dovesse riuscire a bucare le difese del router potrebbe accedere ai dati di tutti i device a lui collegati.

Internet: cosa fare con il router

 

Altri preferiscono, invece, accendere il proprio modem all’occorrenza e lasciarlo spento, ad esempio, la notte o quando si esce di casa. Così facendo si risparmia in corrente elettrica, anche se non di molto. C’è da considerare però due fattori, uno pratico e l’altro tecnico. Il fattore pratico riguarda la comodità di poter accedere in modo semplice e immediato alla rete; il fattore tecnico si basa invece sul fatto che i modem sono tendenzialmente costruiti per garantire una costante copertura giornaliera e, salvo in rari casi, non andrebbero riavviati.

Sottoporre il modem a ripetuti cicli di accensione e spegnimento potrebbe dunque, alla lunga, causare la rottura del modem stesso; adesso però sta a voi decidere che fare del nostro router e se preferite un piccolo risparmio in bolletta correndo il rischio di dover sostituire completamente il modem di casa.