Negli ultimi giorni il social network TikTok è diventato oggetto di una battaglia di acquisizione che coinvolge un’enorme società degli Stati Uniti ed il Presidente Donald Trump.

Stiamo ovviamente parlando della volontà da parte del colosso Microsoft di acquisire in parte la piattaforma cinese. Il Presidente USA Trump ha recentemente dato il proprio “via libera”. Ecco tutti i dettagli.

 

Donald Trump è favorevole all’acquisizione di TikTok da parte di Microsoft

Nelle ultime ore il blog ufficiale di Microsoft ha riferito che, a seguito di una conversazione tra il CEO di Microsoft Satya Nadella ed il presidente Donald Trump, Microsoft ha deciso di continuare i colloqui con ByteDance, la società madre di TikTok, nel tentativo di acquistare l’applicazione video in formato ridotto. Microsoft afferma che vorrebbe completare le discussioni con ByteDance entro il 15 settembre 2020.

Le ragioni per cui l’amministrazione Trump ha cercato di vietare TikTok negli Stati Uniti sono diverse. Alcune società cinesi sono infatti considerate minaccia alla sicurezza nazionale americana, con il timore che possano raccogliere dati personali degli utenti ed inviarli a Pechino. All’inizio del mese di agosto 2020 il segretario di Stato, Mike Pompeo, ha confrontato il tentativo di TikTok con altri divieti posti contro i produttori cinesi, come Huawei e ZTE.

Domenica scorsa, Microsoft ha dichiarato di “apprezzare appieno l’importanza di rispondere alle preoccupazioni del Presidente. Si impegna ad acquisire TikTok soggetto ad una completa revisione della sicurezza e a fornire benefici economici adeguati agli Stati Uniti, incluso il Tesoro degli Stati Uniti“. Microsoft ha affermato che si assicurerà che i dati personali di qualsiasi utente americano di TikTok rimarranno negli Stati Uniti. Non ci resta che attendere per scoprire come proseguirà la vicenda.