coronavirusLa situazione del Coronavirus è drammatica dopo recenti dichiarazioni che hanno fatto pensare ad una possibile ricaduta in autunno. Al momento sembra non si sia presa coscienza della gravità di una situazione che palesa 18 milioni di casi in tutto il mondo. L’I(Organizzazione Mondiale della Sanità) ha diramato un bollettino che inquadra una situazione davvero nefasta con il record di contagi più clamoroso della storia. Ecco cosa sta succedendo.

 

Coronavirus: il contagio non si ferma, si sale a 18 milioni

Per quanto riguarda il piano globale di valutazione la Health Emergency Dashboard ha offerte un aggiornamento dati al 01 Agosto ore 5.33 pm. Sulla base delle info in nostro possesso si confermano 17.354.751 infezioni dall’inizio della pandemia. Nelle ultime 24 ore il numero di decessi è stato 674.291 con 248.744 nuovi casi nelle ultime 24 h.

 

Coronavirus in Europa

In Europa il dato aggiornato al 31 Luglio ore 10 del mattino dalla Dashboard Who European Region riporta:

  • 3.333.300 casi confermati
  • 212.520 morti

I Paesi in prima fila per numero di infetti sono:

  • Russia 845.443 casi (14.058 morti)
  • Regno Unito 303.185 casi (46.119 morti)
  • Spagna 288.522 casi (28.445 morti)
  • Italia 247.832 casi (35.146 morti)

 

America

In America sono 9.320.330 i casi confermati con 355.217 morti. Le aree maggiormente soggette al contagio sono:

  • Stati Uniti 4.456.389 casi (151.265 morti)
  • Brasile 2.610.102 casi (91.263 morti)
  • Messico 416.179 casi (46.000 morti)
  • Perù 407.492 casi (19.021 morti)​

 

Sud Est Asiatico

Ben 2.072.194 casi confermati e 44.900 morti con i primi paesi a trasmissione locale rappresentati da:

  • India 1.695.988 casi (36.511 morti)
  • Pakistan 278.305 casi (5.951 morti)

Mediterraneo Orientale

Con 1.544.994 casi confermati e 40.019 morti riconducibili in gran parte all’area dell’Iran con 304.204 casi (16.766 morti).

 

Africa

770.421 casi confermati e 13.234 morti con il Sud Africa che registra 493.183 casi per un totale di 8.005 decessi.

Pacifico Occidentale

312.771 casi confermati e 8.388 morti localizzati in Cina con 88.122 casi (4.668 morti) e Filippine con 93.354 casi (2.023 morti)