blank

Vivo è uno dei principali produttori di smartphone in Cina, che mira a consolidare la sua presenza anche in altri mercati, specie quello europeo. Nel mese di marzo, l’azienda ha reso disponibile in Cina il suo nuovo top-gamma, VIVO NEX 3S, che si caratterizza – anzitutto – per l’assenza di tasti fisici, sostituiti da un tasto TouchSense per l’accensione ed il controllo del volume.

Probabilmente, questa scelta la si deve alla curvatura del display, i cui bordi raggiungono una curvatura tale da rendere impossibile la presenza di tasti fisici. Quello di VIVO NEX 3S, infatti, è un vero e proprio pannello a cascata con un angolo di novanta gradi, misura 6,89 pollici, risoluzione FullHD+ ed un rapporto schermo-scocca del 99,6%.

Si tratta di un display tutto-schermo, che non presenta notch o interruzioni di alcun tipo, dal momento in cui per la fotocamera frontale è stato scelto il meccanismo a comparsa. Questo è un pannello di alta qualità, molto luminoso e con colori vividi. Lo smartphone, però, non è dei più ergonomici in assoluto, pesucchia un po’ e le sue dimensioni non lo rendono particolarmente comodo per l’utilizzo con una sola mano.

Vivo NEX 3S: potente, ma non ancora pronto per l’Europa

Sotto la scocca di VIVO NEX 3S si nasconde un processore Qualcomm Snapdragon 865, aiutato da 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di memoria interna non espandibile. Questa configurazione garantisce prestazioni eccellenti in qualsiasi tipo di utilizzo. Che sia per giocare, per guardare contenuti in streaming, o per un più semplice utilizzo-social, VIVO NEX 3S fa tutto e lo fa alla grande.

Peccato, però, che il software sia ancora principalmente il cinese e solo poche parti sono state tradotte in italiano, proprio perché questo non è uno smartphone pronto per debuttare in Europa. Questo aspetto ci ha limitato nell’utilizzo, poiché non siamo riusciti a comprendere tutte le funzionalità e le tecnologie che VIVO NEX 3S offre. A bordo del dispositivo è presente FunTouch OS basato su Android 10. Manca il Play Store ed i servizi di Google, sostituiti da uno Store ed altri servizi proprietari.

Buono il comparto fotografico, che regala scatti decenti in qualsiasi condizione di luce. Abbiamo già detto che la fotocamera interna adotta un meccanismo pop-up ed + da 16 MP. Sul retro, invece, troviamo altri tre sensori, quello principale da 64 MP, un grandangolo da 13 MP ed un teleobiettivo da 13 MP.

Infine, la batteria da 4.500 mAh garantisce un lungo utilizzo e supporta la ricarica rapida a 44 W. Il prezzo è di circa 650 euro al cambio attuale, il ché rende questo smartphone uno dei top-gamma più economici del mercato attuale.