smart-ring-anello

La tecnologia avanza e ogni giorno ci riserva delle novità interessanti. In questo momento, ad esempio, sta diventando possibile fare una telefonata, semplicemente appoggiando il dito a un orecchio. In che modo? Ci pensa il nuovo anello smart pensato apposta per questo! Orii è un dispositivo che si basa sul principio della conduzione ossea, in modo tale da poter sfruttare direttamente i proprio corpo, per inviare i corretti impulsi al device.

Orii, ecco come funziona il nuovo smart ring

Parlando proprio del principio di conduzione ossea, il suono attraverserebbe il dito, per poi arrivare direttamente all’orecchio, nel momento in cui le due parti entrano in contatto tra loro. Il dispositivo, che può essere indossato al dito come un normale anello, sarà pronto a febbraio. La cornetta del telefono? Con Orii basta il dito, che attraverso un particolare anello trasmette all’orecchio le chiamate attraverso la conduzione ossea delle falangi.

Grazie a un LED incorporato, l’utente viene avvisato se ci sono chiamate in arrivo. Il progetto Orii ha chiuso con successo al sua campagna di finanziamento su Kickstarter.

Orii è uno smart ring per chiamare e rispondere, inviare e ascoltare messaggi portando il dito all’orecchio. Una volta connesso allo smartphone tramite bluetooth, l’anello consente di gestire qualsiasi funzione del nostro dispositivo, anche playlist musicale e assistente vocale, con tocchi rapidi e senza schermo.

Resistente all’acqua, dotato di un sistema di cancellazione del rumore e di vibrazione in caso di notifiche, è disponibile in 4 colori con 10 misure regolabili. In vendita online a 117,95 euro.