blankMicrosoft e Google continuano a collaborare sfruttando reciprocamente le loro capacità e i loro strumenti a disposizione al fine di apportare delle migliorie non indifferenti alle Progressive Web App. La coalizione tra i due colossi è avvenuta all’inizio dell’anno e ha già dato vita a ottimi risultati ma ciò non sembra sufficiente. L’intento, quindi, è quello di intensificare le funzionalità delle app web attraverso il raggiungimento di nuovi obiettivi che si propongono, inoltre, di perfezionare alcune caratteristiche.

Microsoft e Google insieme per migliorare le Progressive Web App: ecco i nuovi obiettivi dei colossi!

 

L’espressione Progressive Web App coniata da Google è utilizzata per indicare delle applicazioni web che possono essere intese come vere e proprie pagine web capaci di svolgere le funzioni tipiche delle app, come l’invio di notifiche e la possibilità di essere utilizzate offline. Le PWA vanno quindi a rimediare alla necessità di creare versioni differenti di una stessa applicazione per far sì che questa sia supportata dai vari sistemi operativi esistenti.

Lo scopo di Google e Microsoft è quello di continuare ad ottenere progressi in questo ambito e a tal proposito uniscono le forze per raggiungere nuovi obiettivi. Attraverso i loro tool, PWABuilder di Microsoft e Bubblewrap di Google, offrono agli sviluppatori rispettivamente la possibilità di perfezionare la creazione delle Progressive Web App usufruendo di qualsiasi sito web; e di inserire le app create all’interno del Play Store. Adesso mirano, inoltre, a perfezionare alcune caratteristiche ben precise, come le notifiche, così da ottenere prodotti che possano essere apprezzati dagli utenti finali.