blankInventato un nuovo tipo di batteria che è più economica del 90% rispetto alle batterie standard agli ioni di litio e potenzialmente molto più sicura.

Hideaki Horie, che ha contribuito al progetto iniziale di questa tipologia di batterie nel 1990, ha scoperto un modo efficace per sostituire i componenti di base al fine di accelerare e semplificare il processo di produzione. Una struttura in resina sostituisce gli elettrodi in metallo o gli elettroliti liquidi. “Il problema con la produzione di batterie al litio è la produzione di dispositivi come i semiconduttori”, ha dichiarato Horie al The Japan Times. “Il nostro obiettivo è rendere il processo simile alla produzione dell’acciaio.”

Nuova batteria al litio più sicura, potente e più economica del 90% rispetto a tutte le altre

Horie ha affermato che il nuovo metodo utilizzato dalla sua società con sede a Tokyo APB Corp è “facile come imburrare una fetta biscottata”. Le batterie agli ioni di litio sono utilizzate in svariati settori, dagli smartphone alle auto elettriche. Commercializzate per la prima volta quasi tre decenni fa da Sony. Le loro funzionalità e utilizzo da allora hanno fatto molta strada. Nel 2019 il trio di scienziati che se ne sono occupati hanno ricevuto il premio Nobel per la chimica. Sara Snogerup Linse, tra i membri del comitato, ha affermato che le batterie agli ioni di litio hanno permesso una vera e propria rivoluzione.

Anche gli aerei elettrici sono tra le recenti tecnologie che sfruttano le batterie al litio. In particolare EasyJet ha stretto una partnership con la startup Wright Electric. Una delle questioni chiave che circondano le batterie agli ioni di litio ad alta potenza è la sicurezza, che negli ultimi anni ha causato incendi negli smartphone Samsung e fatto schiantare le auto Tesla. Migliorare il processo di produzione garantirà anche un miglioramento del livello di sicurezza.