Apple: interrotti gli aggiornamenti per i giochi sull’App Store cinese

Apple ha riscontrato vari problemi con il Governo cinese, il quale ha imposto licenze per pubblicare le app sullo Store. Per questo, la società inasprisce le regole e ora sarà più difficile per gli sviluppatori pubblicare un'applicazione

Apple

Apple ha dovuto sospendere gli aggiornamenti per migliaia di giochi presenti sul suo App Store in Cina, questo perché non hanno una licenza valida datagli dal Governo cinese, secondo il Financial Times. La società, nelle ultime settimane, ha dovuto affrontare pressioni sempre più crescenti dal Governo cinese per conformarsi alle normative locali e tra queste c’era anche quella che tutti i giochi dovessero mostrare la prova di una licenza concessa dal Governo.

Secondo The Financial Times, il più grande mercato dell’App Store di Apple è la Cina. La maggior parte delle entrate dell’App Store, pari a 16,4 miliardi di dollari, provengono dai giochi. Le licenze del provider di contenuti Internet sono richieste per tutte le app a pagamento, o quelle con acquisti in-app, in Cina dal 2016. Queste sono concesse dopo una revisione del governo e può essere davvero difficile da ottenere.

 

 

Apple: la regola in passato è stata più flessibile, ma ora di inasprisce

Gli app store Android hanno ampiamente rispettato la regola della licenza dal 2016. Apple, tuttavia, ha adottato un approccio più flessibile, consentendo agli sviluppatori di pubblicare i loro giochi in attesa dell’autorizzazione, la quale potrebbe anche richiedere mesi. Le stime mostrano che ci sono circa 60.000 giochi interessati nell’App Store cinese, ma i regolatori cinesi hanno rilasciato solo circa 43.000 licenze dal 2010.

Non è chiaro in che modo Apple sia stata in grado di evitare questa regola per così tanto tempo, o perché ora stia reprimendo la regola, sta di fatto che la società ha recentemente preso provvedimenti per preparare gli sviluppatori. A febbraio, Apple ha “ricordato” agli sviluppatori iOS in Cina di aver bisogno di ottenere le licenze prima della pubblicazione. A giugno hanno iniziato a avvertire gli sviluppatori che avrebbero dovuto ottenere le licenze per i loro giochi entro il 30 giugno, oppure sarebbero stati rimossi dall’App Store. Ora che il calendario è passato a luglio, Apple mantiene le promesse fatte.