IPTV: clamoroso, bloccati utenti a centinaia e costretti a pagare la multa

Quando decidete di scegliere strade poco convenzionali nonché illegali, sappiate che potreste dovervi assumere le vostre responsabilità. E’ questo il caso di chi sceglie un abbonamento IPTV, il quale a quanto pare oggi può comportare molti più problemi con la legge rispetto a prima. Tale soluzione pirata offre la visione di tutti i canali e di tutti i contenuti a pagamento con un costo molto inferiore ogni anno.

Le forze dell’ordine però hanno aumentato i controlli soprattutto adesso che sono ripartiti i campionati, bloccando centinaia di persone.

Per evitare qualsiasi tracciamento e per non incorrere in problemi seri, il consiglio di alcuni utenti è quello di utilizzare una VPN. Surfshark ad esempio permette soluzioni molto interessanti e soprattutto con un costo molto economico.

Per avere le migliori offerte anche da parte di Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare subito e gratis.

 

IPTV: gli utenti possono finire davvero nei guai, ecco cosa rischiano

Se avete l’IPTV, sappiate che potete finire in grossi guai con la legge. Sono infatti state predisposte delle multe molto salate, oltre alla reclusione per chi vende il servizio. Se avete utilizzato inoltre il vostro smartphone per la visione, sarete costretti a consegnarlo alla legge. 

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).