IPTV: ritorna la Serie A ma gli utenti adesso hanno paura per un motivo

Il mondo IPTV sembrava essere entrato un attimo in stand-by con lo stop di tutti i campionati di calcio e sportivi in generale. Ora che è stata ufficializzata la ripresa del campionato di Serie A TIM, tutti gli utenti sono pronti a riprendere con i propri abbonamenti pirata.

In molti non sanno però che rischiano davvero tanto, viste le nuove sanzioni istituite ultimamente. A fungere da perfetto esempio sono gli oltre 200 utenti italiani beccati in questi ultimi due mesi.

 

IPTV: tanti utenti beccati saranno costretti a pagare una multa ma non solo, ecco l’incredibile obbligo

L’IPTV È pronta a riaprire i battenti con il campionato di calcio, ma a quanto pare non tutti sono a conoscenza delle sanzioni. Chiunque dovesse essere beccato dovrà pagare una multa salatissima e qualora dovesse trovarsi a vendere il servizio, con la reclusione. Inoltre tutti coloro che saranno sanzionati dalla legge, dovranno consegnare i propri dispositivi utilizzati per la visione.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).

“La strategia della nostra Federazione è quello di collaborare con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte per scardinare la piramide illecita e criminale che si cela dietro la pirateria, sia fisica sia digitale.”