sim-clonate

Il proprio documento d’identità, è una delle prime cose che si richiede imprescindibilmente nel momento in cui si effettual’acquisto di una nuova SIM. Questa è una regola che vale ovunque, non solo nei negozi fisici, ma anche in quelli on-line e vale per tutti gli operatori telefonici. Per acquistarne una non servono così tanti dati. Tra le cose che accadono nel Dark Web, ovvero un database illegale in cui vengono condivisi indirizzi e informazioni riguardanti utenti che non danno il consenso, esiste anche lo scambio di questi dati con scopi illegali.

Per questa ragione è assolutamente importante richiedere un documento nel momento dell’acquisto di una SIM, perché senza esso, chiunque potrebbe spacciarsi per voi e intestare a vostro nome una SIM con cui magari commettere loschi reati.

Vendita su eBay di SIM anonime, ecco come funziona

Sia il programma Striscia La Notizia, che Le Iene, hanno mandato in onda un servizio che spiega un po’ meglio come funziona questa vendita. Sembra che su eBay, infatti, letteralmente chiunque può essere in grado, attraverso dei canali, di acquistare una scheda telefonica, tramite un nome falso. Pertanto queste SIM prendono il nome di invisibili e diventano strumenti in cui ci si approfitta di una serie di servizi web, possibilmente senza pagare. Questo perché alla fine, a subirne le conseguenze rimarrebbe comunque il proprietario dei dati che sono stati rubati per acquistare la SIM.

Come fare per evitare che ciò accada? Una cosa molto importante è proteggere i propri dati il più possibile. Questo significa aumentare la sicurezza dei vostri account, tramite ad esempio, l’autenticazione a due fattori ed espedienti simili. Fortunatamente, la Guardia di Finanza è stata capace di rintracciare e sequestrare moltissime di queste SIM, nonché di fare chiudere molti canali di vendita di questo genere.