sim-clonazione

Il mondo delle SIM telefoniche è in pericolo: una sempre più crescente preoccupazione si sta diffondendo tra gli utenti, i quali ora sono esposti al pericolo delle clonazioni. Ideate non solo per invadere la privacy delle vittime, ma persino per fini ancora più infimi, le nuove truffe dei cybercriminali non si pongono alcun limite e si collocano tra le più pericolose attualmente in diffusione.

Capaci di operare nel segreto fino al loro momento clou, le SIM clonate sono oggi tornate in voga per una singola ragione: usurpare i conti correnti delle persone. A seguito dell’entrata in vigore di sistemi di sicurezza del calibro del mobile token, infatti, metodi precedenti come il phishing si presentano oggi come inutili e poco utilizzati poiché impossibilitati a garantire l’accesso esclusivo alle banche online.

SIM telefoniche: attenzione ai dati che pubblicate online

Sebbene non sia stato ancora ufficialmente riconosciuto o scoperto il metodo con cui le clonazioni avvengano, secondo molti i cybercriminali starebbero ricorrendo a metodi legali. Dopo aver condotto accurate indagini su utenti, magari precedentemente vittime di phishing, gli stessi truffatori starebbero inviando delle richieste di duplicazione delle SIM agli stessi gestori mobili, fingendosi chi in realtà non sono.

Questo ultimo passaggio, poi, sarebbe possibile grazie a due elementi: la poca privacy di molti utenti e l’attitudine di postare sui social network qualunque cosa, persino le foto di patenti e passaporti. 

A tale proposito, dunque, un solo consiglio può essere fornito ossia quello di pensare sempre bene a cosa si condivide online: occhi indiscreti potrebbero star osservando.