coronavirus cosa da evitare

In questa fase di prossima riapertura a maggio il pericolo di cadere vittime dell’epidemia da Coronavirus è più forte che mai. Gli esperti hanno stimato che nella popolazione italiana ci sono un 10-15% di persone asintomatiche ma infette dal virus che potrebbero far esplodere di nuovo la pandemia. E non stiamo parlando di persone specifiche ma di parenti, amici, conoscenti che non vediamo da un pezzo e che potrebbero non mostrare alcun sintomo.

I primi però a essere pericolosi siamo però noi stessi, poiché rischiamo di auto trasmetterci batteri e virus inconsapevolmente, soprattutto in relazione a norme rafforzate di igiene personale che dovremmo seguire più del dovuto. Ecco dunque come evitare di cadere nelle grinfie del virus.

 

Coronavirus: cose da evitare per difendersi nella Fase 2

Per prima cosa dobbiamo evitare di riporre nell’armadio vestiti già indossati per uscire, perché non possiamo sapere con cosa sono venuti in contatto gli indumenti. In seconda battuta dobbiamo difendere il nostro viso dall‘abitudine di toccarci continuamente la faccia quando le mani non sono assolutamente pulite. Quando dal 4 maggio potremo finalmente uscire liberamente saranno tantissimi gli oggetti e le superfici che toccheremo che potrebbero essere infette. Vi basta fare un giro in metropolitana per rimediare oltre al Coronavirus ben altri batteri.

Non solo la pelle, ma le singole parti del viso sono altresì maggiormente soggette a possibili contagi, poiché ad esempio gli occhi ci mettono poco a irritarsi se li tocchiamo con le mani sporche, e lo sfregamento che inevitabilmente usiamo come metodo risolutivo non fa che peggiorare la situazione. Se dobbiamo toccarci gli occhi, come sempre meglio farlo con le mani o con strumenti che siamo sicuri essere puliti.

Allo stesso modo le orecchie sono un altro punto del volto che subiscono quotidianamente il tocco di mani non propriamente igenizzate, e se c’è già un’infezione in corso o qualche lesione cutanea interna non faremo altro che aggravare la situazione. Naso e bocca sono le porte principali per l’ingresso dei germi del Coronavirus, quindi in caso di starnuti o narici che colano per un raffreddore stagionale meglio stare all’erta. Riguardarsi anche nell’interesse altrui.