dvb t2Il DVB T2, o meglio definito il digitale terrestre 2.0, sta per arrivare ufficialmente sul suolo italiano, entro i prossimi anni gli emittenti televisivi inizieranno ad effettuare lo switch delle frequenze di trasmissione, obbligando milioni di consumatori a cambiare televisore o acquistare un decoder esterno da collegare al vecchio modello.

Il passo in avanti è stato obbligatorio come conseguenza prima di tutto del progresso tecnologico, quanto proprio per la necessità di “fare spazio” agli operatori telefonici per la diffusione del 5G sul territorio nazionale. Sfortunatamente non tutti i vecchi televisori risultano essere perfettamente compatibili con il DVB T2, di conseguenza alcuni utenti si ritroveranno costretti a completare un acquisto. Se nutrite dubbi sulla compatibilità, potete fare un piccolo test; accendete il televisore e posizionatevi sul canale 100 o 200, nell’eventualità in cui dovesse mostrare a schermo un messaggio di errore, allora il modello non è compatibile, in caso contrario potete dormire sonni tranquilli.

 

DVB T2: ecco il bonus da 50 euro

Se rientrate nella prima porzione di utenti, sappiate che lo Stato prova a venire in contro alle vostre esigenze, infatti è disponibile un bonus da 50 euro sull’acquisto di un nuovo televisore o di un decoder esterno.

Per ottenerlo il consumatore deve prima scaricare il modulo dal sito dedicato, in cui autocertifica di non averne già usufruito, ma sopratutto di avere un ISEE famigliare inferiore ai 20’000 euro. Fatto questo, dovrà recarsi presso un qualsiasi negozio di elettronica con il proprio modulo compilato, consegnarlo agli addetti e, una volta in cassa, riceverà uno sconto effettivo di 50 euro.