android-frammentazione-smartphone-versioni

Un problema di Android che iOS non ha? L’eccessivamente frammentazione delle versioni. Un ovvio risultato dovuto al fatto che ci sono moltissimi produttori diversi che introducono sul mercato un numero ancora più grande di dispositivi i quali non posso essere tutti aggiornati. Anche Apple ogni tanto si lascia dietro qualche iPhone che non può essere più aggiornato, ma essendo pochi i modelli, questo succede con intervalli di tempo dilatati.

In ogni caso, Google ha rilasciato le nuove statistiche in merito alla frammentazione e la situazione è spaventosa. Gli utenti android di smartphone, ma in realtà anche tablet e altri dispositivi, sono divisi da 14 versioni diverse.

 

Android: la divisione degli utenti

Si parte da 4.0 Ice Cream Sandwich con una fetta dell’appena 0,2%, per arrivare ad Android 10 con l’8,2%. Proprio l’ultima versione rilasciata da Google si trova quarta a livello di distribuzione; niente podio.

blank

Al primo posto troviamo Android 9 Pie con il 31,3%, una fetta enorme, a cui segue Android 8.1 Oreo con il 14% e infine c’è Android 6.0 Marshmallow con 11,2%. Tra i più recenti, il meno diffusione è Android 7.1 Nougat con il 5,4% mentre tra i meno recenti, il più usato è Android 4.4 KitKat con il 4%.

Ovviamente questa situazione è un problema, un problema che tra l’altro Google non può nascondere tanto che ormai rilascia i dati con costanza, cosa che ha iniziato a fare solo da un paio di anni. Il motivo riguarda il fatto che gli sviluppatori devono sapere con cosa hanno a che fare, su quali sistemi devono lavorare per far funzionare il tutto.