modulo di autocertificazione per gli spostamenti

Nel decreto del 25 marzo 2020, come molti Italiani ben sapranno, sono state notevolmente inasprite le pene per chi esce di casa senza un motivo dimostrabile; sono consentiti spostamenti per lavoro, salute, necessità e urgenza.

Come dicevamo le pene sono arrivate a cifre consistenti, da 500 a 5000 euro ed è previsto l’arresto fino a 18 mesi. In caso di recidiva il tutto viene raddoppiato. Per i positivi al covid19 le pene aumentano ancora, si rischiano fino a 5 anni di reclusione. La stretta del governo e l’intensificarsi dei controlli da parte delle forze dell’ordine ruotano attorno al modello di autocertificazione. Ma cosa fare se non si hanno a disposizione stampante e cartucce per la stampa?

Come comportarsi in assenza del modulo di autocertificazione cartaceo

Quello che dovete avere è il valido motivo per spostarvi. Per il modulo di autocertificazione non c’è nessun problema. Saranno le forze dell’ordine ad averlo e a farvelo prontamente compilare. Nel caso non ne siano in possesso nemmeno loro, basterà una dichiarazione verbale che gli agenti trascriveranno sul verbale e, dopo avervi chiesto un documento di riconoscimento, apporrete la vostra firma alla dichiarazione.

Purtroppo l’autocertificazione digitale tramite App è finita presto nel dimenticatoio. Tutti dispongono di uno smartphone, l’autocertificazione sarebbe stata a costo zero e disponibile per tutti. Risparmiando centinaia di kg di carta e tante cartucce per stampanti che puntualmente devono essere smaltite come rifiuti speciali. D’altronde sembra che il nostro paese, così colmo di storia e tradizione, a volta desideri restare più ancorato al medioevo che abbracciare la modernità.