blank

Tra le tante misure politiche che hanno visto il Governo Conte impegnato ad arginare la diffusione della pandemia, un peso notevole ricopre il maxi decreto promulgato dal Ministero dell’Economia. L’intenzione, come già espresso dallo stesso ministro Roberto Gualtieri, è quella di sostenere lavoratori ed imprese con lo scopo di consentire alle famiglie italiane di sopravvivere alle restrizione imposte per contenere l’epidemia.

Così la manovra appena varata ha messo a disposizione dei nuclei familiari ben 25 miliardi, impiegati in congedi straordinari, sospensione delle utenze e congelamento dei mutui sulla prima casa. Inoltre la viceministra dell’Economia Laura Castelli, anticipa che si sta già studiando un nuovo decreto per promuovere ulteriori misure volte a favorire quelle classi particolarmente colpite dall’epidemia.

 

Quali saranno le novità del decreto di aprile per i contribuenti?

Il terremoto economico che si profila e fine emergenza non va sottovalutato ed ha bisogno da subito di essere sostenuto da tutta una serie di misure che possano attenuarlo. Aiutare l’economia a ripartire una volta che il picco virulento sarà in discesa, è dunque uno degli obiettivi del Ministero dell’Economia che prevede nuove disposizioni per il mese di aprile. Tra queste spicca l’anticipazione della viceministra Castelli che ha parlato di possibile cancellazione parziale dei versamenti fiscali.

Una misura ancora da studiare e mettere al vaglio dell’Unione Europea, ma comunque una strada percorribile per soccorrere i contribuenti in difficoltà. Al tempo stesso bisognerà sostenere tutti i settori produttivi che, come scossi da una catastrofe naturale, hanno subìto pesanti ripercussioni causate dall’epidemia. Tra questi, un’attenzione particolare sarà rivolta ad Alitalia per la quale è in corso un tentativo di salvataggio della nostra compagnia di bandiera.