facebook-IA-account-falsi-piattaforma-creare-android

Su Facebook, la lotta contro la disinformazione si evolve grazie all’intelligenza artificiale. Secondo i media americani, il social network ha sviluppato un nuovo modello di apprendimento automatico in grado di rilevare account falsi. L’anno scorso, questo software avrebbe rimosso oltre 6,6 miliardi di false identità sulla piattaforma. 

Per ottenere questo obiettivo, l’intelligenza artificiale ha esaminato oltre 20.000 “caratteristiche profonde” di ciascun account. Nell’analisi non ci sono solo i dati inseriti dall’utente, ma soprattutto i dati comportamentali. Ad esempio, l’algoritmo controlla con chi comunica l’utente e con quale frequenza, oltre ad analizzare in quali gruppi e attivo e come si comporta in questi gruppi.

Facebook si fa aiutare dall’intelligenza artificiale

La complessità di questo modello consente a Facebook di superare la stragrande maggioranza dei truffatori. Attualmente Facebook stima che circa il 5% dei suoi 2,98 miliardi di utenti attivi siano account falsi e i controlli con il suo algoritmo procedono ogni giorno. Vale la pena ricordare che di recente, Facebook ha annunciato la cancellazione di F8, la sua conferenza annuale per gli sviluppatori. Ciò doveva avvenire il 5 e 6 maggio 2020 a San Jose.

“F8 è un evento incredibilmente importante per Facebook (…) ma dobbiamo dare priorità alla salute e alla sicurezza dei nostri partner di sviluppo, dei nostri dipendenti e di tutti coloro che aiutano nella realizzazione di F8”, spiega Konstantinos Papamiltiadis, direttore delle partnership di Facebook, in una nota del blog.

Ogni anno, la conferenza F8 è un’opportunità per Facebook per presentare nuovi prodotti, tecnologie e, naturalmente, strumenti di sviluppo. Ecco perché la compagnia è alla ricerca di alternative e la società prevede di organizzare eventi a livello locale oltre agli eventi Livestream. Al momento, non è stata ancora rilasciata una roadmap per gli eventi.