windows 10

Dopo mesi d’incertezze, finalmente Microsoft ha deciso di mettere fine al caos creatosi con gli aggiornamenti di Windows 10 difettosi, ovvero quelli che hanno portato solo guai anziché risolverne. È questo il sunto della descrizione sintetica del KB4535996, l’aggiornamento rilasciato il 27 febbraio 2020 da Microsoft volto a correggere gli errori causati dai precedenti update.

Così finalmente tutti i PC saranno aggiornati e i bug riscontrati dovrebbero essere un lontano ricordo. Per esempio fu clamoroso l’aggiornamento ADV200001 di Internet Explorer che non permetteva di inviare documenti alla stampante. Dunque, nonostante le rassicurazioni di Microsoft, meglio essere cauti nel dire che è tutto in ordine, perché anche nell’update KB4535996 potrebbe nascondere qualche bug.

 

Windows 10: il nuovo atteso aggiornamento risolutivo

Parlando di note positive, la patch KB4535996 dovrebbe risolvere una lista molto lunga di altri errori riscontrati nelle ultime settimane dagli utenti. In totale quelli corretti con questo update saranno quasi 50, ma tra i più noti si ricorda: l’attivazione non richiesta del riconoscimento vocale in ambienti molto rumorosi, il consumo anomalo di batteria in stand by nei portatili, i problemi alla cache del disco e quelli al Desktop remoto.

Alcuni dei problemi appena citati potrebbero essere stati risolti nei precedenti aggiornamenti rilasciati, ma l’update proposto il 27 febbraio 2020 avrà in sé tutte le rispettive soluzioni impacchettate in un unico bug fix nella speranza che tutto sia davvero risolto.

Per chi volesse installare l’aggiornamento KB4535996 basta che acceda alla sezione Windows Update del pannello di controllo e cercare tra gli aggiornamenti facoltativi. Il download potrebbe richiedere abbastanza tempo e mentre s’installano i file aspettatevi di dover stare davanti al PC per favorire qualche riavvio del sistema.