Una delle più grandi aziende di comunicazione, Rai, la quale offre in esclusiva il servizio pubblico radiotelevisivo nel nostro Paese, sarebbe coinvolta in una vera e propria truffa. Da un pò di tempo a questa parte, milioni di utenti sono state vittime di una strategia molto convincente.

Gli utenti si sono visti arrivare nella propria casella di posta elettronica un messaggio con provenienza ‘Agenzia delle Entrate’. All’interno di questa comunicazione, è presente un passaggio fondamentale che risulterà essere determinante per l’attivazione della truffa. Stiamo parlando del fantomatico rimborso dal pagamento del canone Rai, una sorta di dichiarazione con la quale gli utenti potrebbero essere esentati da questa spesa.

Non credete al rimborso per il canone Rai!

Bisogna sapere che non esiste al giorno d’oggi nessun modo per richiedere l’esenzione del pagamento del canone Rai. Soltanto in casi eccezionali, ovvero l’utente in questione è in possesso di alcune requisiti ritenuti fondamentali. Infatti, gli unici che possono richiedere l’esenzione sono coloro che dichiarano di non avere nessun apparecchio televisivo, hanno un’età superiore ai 75 anni ed hanno un reddito inferiore all’incirca di 7000 Euro.

Invece, dall’email che si riceve ci viene comunicato che possiamo richiederlo anche noi il rimborso per il canone Rai.

Il dettaglio che potrebbe convincere gli utenti a cadere nell’inganno riguarda proprio l’opportunità di non affrontare più una spesa economica e quindi la possibilità di poter risparmiare. Il messaggio si completa con la presenza di un link esterno che rimanda l’utente direttamente alla pagina dedicata.

A tale proposito, vi consigliamo di non aprire per nessun motivo comunicazioni di questo genere visti i precedenti.