diesel addioLe auto elettriche sono il male necessario per combattere l’inquinamento generato dalle auto Diesel. Molte persone pensano sia solo questo il motivo che da qui ad un paio di anni porterà ad una generale crescita del trend di adozione per i veicoli a batteria. Di fatto non è così, considerando che recenti studi hanno confermato la supremazia del gasolio in tal senso. Quali sono, quindi, i 5 motivi PRO Elettrico che ci spingono fin da ora a rivalutare l’azione delle EV? Scopriamoli insieme.

 

Elettrico contro Diesel: sfida persa per il gasolio, 5 punti all’ordine del giorno bocciano i combustibili tradizionali

Le auto elettriche sono attualmente bistrattate a causa del prezzo elevato in fase di acquisto. Allo scopo di arginare la disparità di listino molte Regioni e lo stesso Stato stanno proponendo dei bonus per la rottamazione ed il fattore eco-friendly. Amministrazioni locali come la Lombardia hanno iniziato a concedere importanti benefit di sconto per chi passa al mercato elettrico dell’auto. Si risparmiano diverse migliaia di euro per avere un veicolo nuovo di zecca con bollo azzerato, permesso permanente alle ZTL e diritto al parcheggio gratuito nelle strisce blu in città.

A parte questo è importante considerare anche i costi di ricarica che si azzerano in luogo della presenza di un impianto domestico dedicato con pannelli fotovoltaici. In mancanza di tali sistemi è importante considerare il costo basso della componente energia per la ricarica tramite colonnina con carta o abbonamento.

Per chi sceglie l’elettrico esiste anche un altro importante fattore che muove a favore di queste auto. Si parla di punti di ricarica e sistemi per la ricarica veloce. Produttori come Tesla Motors, ad esempio, hanno installato le stazioni a 150 KWh con importanti upgrade sulla velocità di ricarica. In una decina di minuti e con pochi spiccioli siamo pronti a partire per il nostro prossimo viaggio.

Lato emissioni inquinanti, tra l’altro, si lavora ad una riduzione degli oneri di utilizzo per i combustibili a carbone attualmente in uso presso le fabbriche costruttrici di batterie. Entro i prossimi anni tutto sarà gestito con un processo di produzione proveniente da energie rinnovabili.

Chiude questa rassegna il sistema di rifornimento senza rischi che contrariamente a Metano e GPL non richiede l’ausilio di personale esterno prevedendo una ricarica in modalità self-service in qualsiasi condizione ed a qualunque ora del giorno e della notte. Giorno dopo giorno cresce il numero di punti di ricarica disponibili da Nord a Sud.

Proprio per tutti questi motivi ci sentiamo di promuovere l’elettrico a scapito di un Diesel che presto ci dirà addio. Attesi, tra l’altro, le nuove motorizzazioni ad idrogeno e le straordinarie propulsioni al Torio che stendono qualsiasi tipo di carburante commerciale sul fronte consumi.