truffa canone RAI

Fra le molteplici truffe che si aggirano per il web non potevano mancare quelle relative al Canone Rai. Odiata da milioni di cittadini Italiani, l’imposta televisiva è entrata ufficialmente nel mirino di Hacker e Cyber Criminali che, di fatto, hanno messo appunto dei raggiri molto pericolosi che, ad oggi, stanno colpendo centinaia e centinaia di consumatori Italiani. Scopriamo quindi di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Truffa Canone Rai: ecco come difendersi

Sono in migliaia i consumatori Italiani che, nelle ultime ore, hanno ricevuto nelle proprie caselle di posta elettronica decine di Mail provenienti dall’Agenzia delle Entrate. Il testo, che quindi avvisa l’utente di un possibile rimborso, è il seguente:

“Gentile contribuente, con la presente desideriamo informarla che le è stato riconosciuto il diritto parziale al rimborso del canone Rai, per un ammontare di xx,xx euro. A causa di un errore nel calcolo automatico, Lei ha versato una cifra in eccesso rispetto al dovuto e ha quindi diritto al rimborso della somma. Una volta inviata la richiesta l’importo accreditato sarà visualizzato sul suo estratto conto secondo i tempi previsti dalla sua banca.”

Ovviamente nulla di cui sopra è veritiero. La mail, infatti, è inviata da Hacker esperti che fingono di rappresenterà l’Agenzia delle Entrate attraverso alcuni escamotage possibili grazie a determinati client mail. L’agenzia della pubblica amministrazione Italiana, infatti, non invia mai messaggi del genere via mail ma esclusivamente via posta. Inoltre si può facilmente immaginare che si tratti di una truffa considerata la scelta della Rai di non voler abolire il canone televisivo.