bollo autoNegli ultimi mesi in rete si è molto discusso di una notizia intrigante ed appagante, riguardante il bollo auto ed il canone Rai, l’ipotesi più accreditata riguardava la possibile abolizione delle due imposte a partire dal 2020, andando difatti ad alleggerire il gettito fiscale dei contribuenti.

Sfortunatamente, ci piacerebbe moltissimo potervelo confermare, si è trattato a tutti gli effetti di una fake news che ha illuso la maggior parte di noi. Le due tasse non verranno abolite (forse mai) per un motivo molto chiaro è semplice: lo Stato italiano ha bisogno di soldi come non mai. Guardando i telegiornali sicuramente vi sarete accorti della situazione in cui ci troviamo, il debito pubblico cresce ogni giorno sempre di più, il pericolo di ritrovarsi con le multe dell’Unione Europea o di dover fare i conti con il temutissimo aumento dell’IVA.

Da qui nasce quindi la necessità di “fare tesoro” di ogni singolo euro di gettito fiscale della popolazione, previa considerazione dell’enorme qualità e quantitativo proposto da Bollo auto canone Rai.

 

Bollo auto e canone Rai: i guadagni per lo Stato sono enormi

Se non lo sapevate ve lo diciamo subito, il bollo auto, la cosiddetta “tassa di proprietà di un mezzo di locomozione” gestita direttamente dalle Regioni, garantisce un gettito fiscale di oltre 6 miliardi di euro l’anno. Il canone Rai, invece, con i suoi 100 euro annuali pagati da ogni possessore di un televisore, prevede un guadagno di circa 1,5 miliardi di euro.

La somma di 7,5 miliardi di euro è quasi monstre, nonché comprensibilmente irrinunciabile, dato il momento che stiamo attraversando.