le email truffaldineLe email truffaldine che tentano di estorcere dati sensibili e denaro sono aumentate in maniera non indifferente. Gli utenti, infatti, devono necessariamente prestare attenzione durante la navigazione e leggere con cautela mail ed SMS sospetti per poter prevenire le frodi online che circolano; e quindi tutelare non solo i loro dati personali ma anche le carte di credito e i conti correnti. Questi ultimi, appunto, rischiano spesso di essere prosciugati a causa di tentativi di phishing o smishing, ma non solo. Tra i tentativi di frode online recentementi segnalati dalla Polizia Postale e dallo Sportello dei Diritti vi è una truffa che si diffonde attraverso un’email che mira ad attirare l’attenzione delle vittime richiedendo aiuto. Ecco di cosa si tratta e come affrontare il tentativo di frode.

Email truffaldine: ecco uno degli ultimi tentativi di frode online!

 

La segnalazione della Polizia Postale riporta il testo tramite cui i cyber-criminali tentano di truffare gli utenti, ovvero: Buongiorno, spero che tu stia bene. Non sto per niente bene, sto passando un brutto momento e ho bisogno di parlarti via e-mail perché non ho più il mio telefono”

Lo scopo di questo messaggio è quello di fare in modo che il destinatario, preoccupato e incuriosito da quanto ricevuto, risponda alla mail dando il via alla truffa, che si concluderà con una serie di richieste di denaro. Si tratta, infatti, di un vero e proprio tentativo di estorsione che è opportuno ignorare.

Il rischio che un messaggio di questo tipo possa prosciugare i risparmi presenti su carte e conti non è da sottovalutare. Spesso gli utenti meno esperti possono affidarsi a comunicazioni inaffidabili che è necessario saper riconoscere ed evitare nel modo più opportuno. A tal proposito si consiglia dunque di mantenersi costantemente aggiornati attraverso il sito ufficiale della Polizia Postale che si impegna nel segnalare le truffe che circolano online, offrendo contemporaneamente i consigli utili ad affrontarle.