amazon-alexa

Oggigiorno la domotica ha preso piede nella nostra vita grazie alla miriade di prodotti smart a basso costo, come possono essere gli altoparlanti intelligenti smart che il noto store Amazon ha immesso sul mercato.

Stiamo parlando degli echo in versione dot, studio, plus, show e che si basano sull’interazione fra utente e macchina mediante l’assistente vocale Alexa. Stando ad un interessante report, sembra che proprio queste macchine possano spiare le nostre conversazioni.

Alexa viene davvero utilizzato da Amazon per spiarci?

Sebbene possa sembrare uno scenario alla “Black Mirror“, bisogna prima fare una precisazione. Gli altoparlanti dell’azienda di Jeff Bezos sono degli apparati multifunzione. Grazie ad essi possiamo gestire gli elettrodomestici presenti in casa o in ufficio, accendere lampadine, lampade, ascoltare notizie, far partire la radio.

Un interessante report di Bloomberg ha infatti rivelato come Amazon in realtà utilizzi un grande team di persone per aumentare l’efficienza di Alexa e renderla sempre più intelligente e smart. L’unico modo per far ciò, è tenere traccia delle conversazioni che i clienti fanno con gli Echo.

Il risvolto negativo però porterebbe i dipendenti ad ascoltare delle registrazioni molto interessanti. E’ accaduto infatti che dei lavoratori avessero ascoltato frasi che riguardavano un’aggressione sessuale. Oppure, che venissero utilizzate le parole dette dai consumatori per proporre offerte e pubblicità sempre più mirate.

Ora gli utenti, in preda al panico si domandano: ma Amazon spia i nostri movimenti? Sa quando ci svegliamo e quando usciamo? Cosa facciamo in casa e come lo utilizziamo? Per quanto possa far paura, effettivamente è così, tuttavia non ci sentiamo di prender il caso in una maniera allarmante.