sim

Tantissimi clienti Tim, Vodafone, 3 Italia e Wind stanno inviando segnalazioni al proprio gestore telefonico e alla polizia postale per via di un nuovo problema riscontrato: la loro SIM telefonica clonata; purtroppo gli hacker colpiscono ancora e questa volta hanno ideato un attacco molto complicato e lungo da effettuare, ma sembrano esserci riusciti pienamente poiché le segnalazioni ricevute sono innumerevoli.

Sim telefoniche clonate dagli hacker: un nuovo metodo difficile da riconoscere

Come anticipato precedentemente, clonare una sim telefonica non è affatto semplice e veloce; gli hacker ci sono riusciti pienamente purtroppo.

Rilevando le informazioni necessarie, riescono ad effettuare una denuncia della SIM telefonica in modo da iniziare la pratica dello smarrimento della scheda; si tratta di un vero e proprio processo complicato perché servono informazioni come: codice fiscale, carta d’identità e via dicendo.

Una volta complicato il modulo apposito con i dati personali è necessario indicare un indirizzo per inviare la nuova scheda telefonica; gli hacker che riescono a ricevere la nuova scheda telefonica possono effettuare qualsiasi operazione, come per esempio chiamare l’Istituto di credito della vittima fingendosi essa e richiedere delle nuove credenziali in seguito allo smarrimento della SIM.
Cosi facendo, riescono ad accendere al conto corrente della vittima e a svuotarlo in pochissimi istanti; insomma, si tratta di un vero e proprio pericolo.

Si consiglia, dunque, di chiamare immediatamente il proprio gestore telefonico o effettuare una denuncia non appena la propria SIM telefonica non risponde perché potrebbe essere l’hacker che sta cercando di clonarla; meglio prestare molta attenzione in questi casi.