blank

I pagamenti tramite NFC sono sicuramente molto comodi, poiché permettono di sganciarsi completamente dal portafoglio o di effettuare un pagamento se non abbiamo esso dietro con noi, talvolta anche dal telefono, in quanto molto smartwatch permettono di far pagare con una semplice rotazione del polso.

Google Pay: ora anche Intesa San Paolo entra nel pagamento NFC

Google Pay allarga la sua famiglia nel pagamento contactless senza uso della carta fisica, accettando anche Intesa San Paolo. Questo istituto bancario era già precedentemente immesso nel programma di Apple Pay, ma ora è presente in tutti i circuiti di pagamento NFC.

Non dimentichiamo che questa banca è presente anche su Samsung Pay, andando così ad accontentare ogni utente, che sia iOS o Android. Il funzionamento in tal caso, parlando di Google Pay, non è assolutamente differente da altri, in quanto per l’utilizzo effettuato online, basterà, molto semplicemente, cercare il logo del pagamento mediante Google, scegliere la carta e finire così l’acquisto.

Per quanto concerne, invece, un pagamento fisico, in un negozio, bisogna prima assicurarsi che sia presente il logo Google Pay e procedere in questo modo: usando l’NFC del vostro telefono basta sbloccarlo, appoggiarlo sul POS e aspettare finché non appariranno scritte di convalida sullo schermo che confermeranno il vostro acquisto.

Ora il mondo del pagamento risulta sempre più rapido, sicuro ed efficiente, ampliando a tutte le banche la possibilità di abilitarsi a questa funzione super comoda. Armatevi di telefono o smartwatch per facilitare gli acquisti, soprattutto ora che siamo sotto le feste natalizie.