Fineco cambia rotta: a partire dal 1 Febbraio del prossimo anno, mantenere un conto Fineco costerà 3,95 euro al mese. La colpa sarebbe dell’Europa, e in particolar modo a motivare questa scelta sarebbe la riduzione dei tassi d’interesse e del fondo interbancario, che “hanno compromesso l’equilibrio tra il costo sostenuto dalla banca del servizio offerto e le condizioni economiche applicate ai conti correnti”.

Ed è così che i clienti Fineco si troveranno a spendere circa cinquanta euro in più a fine anno (47,40 euro, per essere pignoli), dal momento in cui il costo mensile del conto passerà dall’essere completamente gratuito a 3,95 euro al mese. Occorre comunque precisare che il rincaro non si applica a tutti i clienti Fineco: ne restano esclusi chi ha aperto un conto dal 1 Ottobre di quest’anno o lo farà entro il 31 Gennaio 2020, per cui il servizio sarà gratuito per tutto il prossimo anno, per i clienti Private e per chi ha un mutuo Fineco.

Fineco, bonus per alcuni clienti. Ecco chi avrà diritto

Fineco ha però previsto alcuni bonus da cedere ai clienti che soddisfaranno alcune condizioni. Nello specifico, verrà concesso 1 euro di bonus al mese per:

  • i clienti che accrediteranno lo stipendio o la pensione sul conto
  • ogni 10.000 euro di investimenti in portafoglio
  • ogni 20.000 euro di risparmio amministrato
  • addebito rata prestito Fineco
  • ogni ordine trading eseguito nel mese
  • fondo pensione valorizzato
  • addebito premio polizza salute

Oppure, riceveranno 3,95 euro di bonus i clienti che:

  • attivano il servizio di consulenza Plus o Advice valorizzato
  • Private
  • addebitano la rata Mutuo Fineco
  • con Credit Lombard utilizzato