3g spentoSi parla di “forse” ma la notizia che aleggia in questi giorni è che la rete 3G potrebbe dirci addio per sempre con l’arrivo del tanto atteso 5G in Italia. Non è una decisione facile in quanto vi sono alcune implicazioni importanti da considerare. Queste variano da gestore a gestore e minano soprattutto al credibilità di aziende di grosso calibro come Iliad e 3 Italia. Gli utenti di questi operatori potrebbero dover fronteggiare alcuni problemi. Il 4G LTE ci sarà ancora come anche il tradizionale 2G per chiamate ed SMS ma la mancanza della connessione di terza generazione si potrebbe fare sentire. Ecco i dettagli.

 

3G pronto ai saluti: potrebbe congedarsi per sempre ma non è una decisione da prendere a cuor leggero a causa di gravi problemi per gli operatori e gli utenti

Molti utenti si sono ribellati alla notizia che Iliad e 3 Italia possano sospendere il 3G. Queste due categorie di utenti, difatti, sono quelle che maggiormente risentirebbero di uno switch-off della rete. Da un lato abbiamo Iliad e la promessa di una rete 4G ottimizzata su tutto il territorio nazionale. Dall’altro c’è 3 Italia, l’unico gestore a richiedere il 4G a pagamento concedendo solo il 3G Gratis. In entrambi i casi il malcontento è palpabile.

In vista di una decisione definitiva che confermi quanto preventivato si andrebbe in contro ad inevitabili conseguenze per le due realtà commerciali. Da una parte si dovrà rinunciare ad una connessione stabile con Iliad, che al momento non garantisce una copertura ottimale per la rete Plus in 4G LTE. Dall’altra ci sta Tre Italia che, fino a prova contraria, potrebbe lucrare sul costo del 4G costringendo tutti ad affrontare ulteriori rimodulazioni tariffarie. Tutto ciò potrebbe comportare un aumento dei prezzi ora ulteriormente giustificato dal fatto di dover sopperire obbligatoriamente alla mancanza con una rete migliore.

Pochi, invece, i problemi per Wind, Tim e Vodafone che ormai offrono da tempo un’infrastruttura efficace ed affidabile per la navigazione in alta velocità. Restiamo in attesa di ulteriori conferme, visto che nulla è stato ancora deciso.