huawei-zte-affidabili-usa

E’ tempo di aggiornamenti per gli smartphone del brand cinese Huawei, che in questi mesi è stato messo al vertice delle polemiche a causa dell’assurdo – quanto ingiusto – ban voluto da Donald Trump nei confronti dell’azienda cinese.

Per chi non se lo ricordasse o non lo sapesse, il presidente degli USA ha deciso, senza ragioni logicamente valide, di obbligare l’azienda di Mountain View, Google (oltre ad altri numerosi partner), di avere collaborazioni commerciali con i brand Huawei e Honor. Inutile dirvi che una politica di questo tipo appare di stampo dittatoriale quanto assurda, e a farne le spese sono, oltre i dipendenti del colosso cinese, anche i numerosi fruitori dei servizi Huawei per le infrastrutture e non ultimi, anche i consumatori finali.

Fortunatamente per quanto riguarda i device di casa Huawei commercializzati prima del famoso ban, si potrà godere ancora del supporto di Google. Pertanto diversi telefoni e tablet si continueranno ad aggiornare alle nuove versioni di Android, godranno delle patch di sicurezza e molto altro ancora. L’interfaccia operativa sulla quale si basano i prodotti del marchio si definisce EMUI, e con l’aggiornamento ad Android 10, si aggiorna anch’essa alla versione 10, introducendo diverse features.

Le nuove caratteristiche della EMUI 10 per device Huawei

L’EMUI è famosa per la sua semplicità d’uso e la completezza del software, ma come contro, aveva un’interfaccia particolarmente curata e al passo con la moda attuale. Con la nuova release invece le cose cambiando e sembra che finalmente si potrà godere di uno stile in linea con le nuove disposizioni grafiche lanciate da Google, con un design più morbido, con icone tondeggianti e una Dark Mode a livello di sistema.

Quali sono i prodotti che si aggiorneranno alla EMUI 10?

La gamma P30, in versione Lite, Standard e Pro, si sta aggiornando in questi giorni, mentre la gamma Mate 20 ha subito da due giorni i primi rollout in Italia. I device no-brand l’hanno già ricevuta, mentre i telefoni brandizzati vedranno l’update nei prossimi giorni.

Possono gioire anche i possessori di Huawei P Smart Z e P Smart 2019, oltre che il nuovissimo Nova 5T, distribuito in tutto il mondo soltanto pochi giorni fa, e di cui vi abbiamo portato la recensione nelle scorse settimane.

Purtroppo invece nulla da fare per la serie Mate 30, che sembra essere esclusa dai nuovi update per colpa dell’assenza dei servizi Google.