Boeing 737 MaxBoeing si trova in una posizione decisamente instabile dopo gli incidenti ai suoi velivoli commerciali della serie 737 Max 8. Non si tratta soltanto di fare i conti con la crisi finanziaria in atto nel 2019 ma anche di far fronte al clima di sfiducia che si sta alimentando verso una società che ha parecchio da recuperare.

Dopo la scoperta dei problemi la compagnia ha deciso di far sentire la propria voce. L’attuale amministratore delegato del colosso USA ha parlato ai microfoni durante la seduta tenutasi in Senato. Ecco che cosa è stato detto al riguardo.

 

Boeing 737 Max: ultime novità dopo il disastro aereo e posizione ufficiale della compagnia

Il sistema anti-stallo dei Boeing 737 Max 8 non ha funzionato. L’array di sensori preposti al controllo automatico dell’angolo cieco hanno condotto una manovra sbagliata. Il bug ha riguardato la cosiddetta piattaforma MCAS responsabile di mantenere in linea la parte anteriore dell’abitacolo durante la fase di stallo.

Una mancata calibrazione esatta ha causato il malfunzionamento, costato la vita a 189 persone il 29 ottobre 2018 ed altre 157 persone in Indonesia tra cui 8 italiani. Adesso si tirano le somme su quelli che sono stati i disagi e gli errori che hanno messo in serio pericolo la società ed i suoi clienti. Ai microfoni della seduta in Senato si è erta la voce di Dennis Muilenburg, attuale AD dell’azienda. In proposito è stato detto:

“Sappiamo di aver commesso degli errori. Li stiamo risolvendo. Abbiamo messo a punto dei miglioramenti per il 737 Max per assicurare che incidenti come quelli di Lion Air e Ethiopian Airlines non accadano mai più. Boeing “può e deve fare meglio

Siamo estremamente dispiaciuti per le famiglie che hanno perso i loro cari e siamo impegnati a recuperare la fiducia del pubblico. Sappiamo che l’unico numero accettabile è zero incidenti”.