6G

A partire dal prossimo anno i consumatori di tutto il mondo potranno mettere ufficialmente le mani sul nuovo standard di rete mobile 5G. L’accensione delle antenne rappresenterà quindi un momento storico considerate le velocità offerte dal nuovo standard ma, nonostante ciò, il colosso cinese Huawei sta già pensando al futuro. Mentre il mondo attende l’accensione del 5G, quindi, la Cina è già al lavoro sul 6G. Di recente, infatti, Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, ha reso noto che l’azienda ha avviato una fase di ricerca relativa alle infrastrutture che serviranno per sviluppare la nuova rete.

Anche se la rete 5G promette di raggiungere velocità strabilianti, a quanto il colosso cinese ha bisogno di velocità ancor più elevate per poter mettere mano alla tecnologia del futuro come androidi intelligente, robot, intelligenza artificiale e tanto altro. 

Huawei Labs: parte ufficialmente la ricerca per la nuova rete 6G

Le prime ricerche relative al 6G sono state quindi avviate nei Huawei Labs presenti in Canada. C’è da chiarire, però, che attualmente si parla ancora in una fase teorica poiché di concreto non esiste nulla.

E’ pur vero, però, che di recente i Huawei Labs hanno ricevuto un investimento di oltre 2 miliardi di dollari che gli permetterà di studiare in ogni minimo dettaglio la nuova rete 6G. Come ben sappiamo, infatti, Huawei rappresenta ad oggi il principale fornitore di infrastrutture 5G ma, proprio come per il 6G, questo successo è legato ad oltre 10 anni di ricerca.

Nonostante Huawei sia già al lavoro sul 6G, quindi, molto probabilmente non vedremo questa tecnologia sui nostri smartphone prima del 2030.