Recentemente sono stati pubblicati diversi studi che vedono le auto Diesel meno inquinanti di quelle alimentate ad energia elettrica, considerando diversi fattori nel processo produttivo di una vettura. Partendo dalla differenza fra le due alimentazioni, sappiamo che le auto Diesel hanno un motore a gasolio, mentre l’auto ad energia elettrica non ha carburante e si muove con l’energia dentro la batteria. Il motore è silenziosissimo e non hanno un tubo di scarico.

Ma per quale ragione bisogna preferire il Diesel?

Partiamo dal prezzo: le automobili che hanno un motore a benzina o Diesel sono più economiche di quelle ad energia elettrica per via dei minori costi di produzione. A ciò si sommano i prezzi per la manutenzione, decisamente più elevati per i componenti delle automobili elettriche, tecnologici ed innovativi. Necessitano di tecnici specialisti che hanno ovviamente competenze (e costi) maggiori.

La rete di rifornimento è decisamente maggiore per le auto a gasolio, senza contare che si può effettuare il self service. I tempi per il rifornimento sono immediati con le auto a Diesel, mentre con quelle elettriche ci vuole molto di più. Consideriamo poi il costo per l’acquisto di una macchina elettrica: molto esoso rispetto a quello di una auto Diesel.

Le prime hanno purtroppo un brutto impatto per il consumo dell’acqua, mentre quelle a gasolio sono più parche. Le batterie si assemblano in forni che funzionano ad alte temperature, inquinando molto più di quanto farebbe una vettura Diesel. A dirlo è uno studio del Ces-Ifo, che ha posto in analisi i dati di CO2 prodotti fra una macchina elettrica e una alimentata Diesel, con un risultato tutto a vantaggio delle seconde, considerando un tempo di vita di 10 anni per le macchine e una percorrenza media di 150.000 km.