samsung-scanner-impronte-oribkena

Negli scorsi giorni si è sostanzialmente scoperto che la nuova generazione di scanner per impronte digitali di Samsung, quelli ad ultrasuoni, siano afflitti da un grave bug. Nel momento in cui si usa un certo tipo di pellicola protettiva di silicone per il display allora si rende il proprio smartphone accessibile a chiunque. Per qualche motivo il sensore accetta qualsiasi impronta come valida rende di fatto il sistema di protezione inutile. Il colosso sudcoreano si è subito messo in moto per risolvere tale situazione, ma per l’arrivo di un patch risolutiva potrebbe volerci un po’.

Al momento chi possiede uno dei nuovi smartphone di Samsung dotati di tale tecnologia potrebbe ritrovarsi indifeso ad alcuni rischi. Scoperto un problema, ecco che molti hanno iniziato a cercare di sfruttare tale falla per arricchirsi. Molti usano sistemi di pagamento digitali legati al proprio smartphone e di solito la protezione scelta è proprio l’impronta digitale. Di fronte al nuovo rischio, diversi istituti di credito del Regno Unito hanno dovuto rimuovere la propria app dallo store per evitare che i clienti perdano soldi.

 

Samsung e il grave problema dello scanner per impronte

Attualmente questo bug sembra essere presente solo sulle unità vendute in Europa e non quelle statunitense, tant’è che oltre oceano nessuna banca sta agendo pre prevenire eventuali furti di denaro sfruttando tale exploit. In ogni caso, se si possiede uno dei dispositivi di Samsung dotati della nuova tecnologia, forse sarebbe meglio disinstallare eventuali app fino al rilascio di una patch risolutiva che dovrebbe porre fine a tutto questo.