Rog Phone II è l’ultimo smartphone di casa ASUS pensato per il Gaming. Testandolo a lungo, però, abbiamo potuto in realtà constatare che questo dispositivo risulta essere perfetto anche nell’utilizzo quotidiano.

Perché? Beh, è uno smartphone che non mostra mai incertezze, anzi. Le animazioni sono rapidissime, lo scroll è incredibilmente fluido e il sistema reagisce in modo immediato ai nostri comandi. Ottima anche la luminosità dello schermo, che consente una leggibilità alla luce del sole davvero eccellente. Anzi, mi verrebbe da dire che da questo punto di vista, Rog Phone II è probabilmente uno dei migliori dispositivi attualmente in circolazione. Per non parlare della batteria (da 6000mAh), poi, garantisce tante ore di autonomia nonostante un uso stress, e ciò potrebbe essere molto utile per chi è costretto a trascorrere buona parte della giornata fuori casa e ad utilizzare lo smartphone anche in ambito lavorativo, rispondendo ad email, telefonate, programmando post sui Social e quant’altro.

ASUS Rog Phone II: buon comparto fotografico, ma con qualche compromesso

Anche il comparto fotografico è più che buono. Certo, occorre comunque tener presente che un gaming phone è pensato per offrire le massime prestazioni di gioco, e non per essere un camera phone. Nonostante ciò, ASUS ha comunque cercato di offrire un prodotto che fosse quanto più completo possibile: doppia fotocamera posteriore con sensore principale da 48 MP e grandangolare da 13 MP, camera per selfie da 24 MP, modalità ritratto più che discreta, time lapse, modalità notte, video in 4K. Nessuno scatto mi ha fatto particolarmente impazzire, ma la camera riesce sempre a comportarsi in modo adeguato offrendo dei buoni risultati.

Insomma, Rog Phone II è uno smartphone perfetto anche per un utilizzo quotidiano, ma occorre essere disposti ad accettare qualche compromesso. Anzitutto, il suo design, che di sicuro non si distingue per essere minimal ed elegante. In secondo luogo, per il suo peso. Rog Phone II non è uno smartphone leggero e questo potrebbe gravare sulla sua portabilità. In tasca si fa sentire, soprattutto se si vuole proteggere il dispositivo con una cover, aggiungendo peso e spessore. Infine, il suo comparto fotografico, che non è il migliore in assoluto ma cerca comunque di regalare dei risultati discreti.