SIM

Le principali vittime degli hacker sono, nella maggior parte dei casi, i consumatori con un conto corrente aperto con uno dei famosi Istituti di Credito o i consumatori che hanno attiva una sim telefonica Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia; purtroppo, riescono a ideare sempre nuovi e subdoli tranelli per ingannare i consumatori.

La tecnologia avanzata e attrezzature all’avanguardia aiutano i cyber criminali nel loro intento; per tutti i consumatori clienti di Tim, Vodafone, 3 Italia o Wind è meglio prestare attenzione ad una nuova truffa in circolazione con la quale la SIM delle vittime viene clonata facilmente.

Ecco in che modo gli hacker riescono a clonare le SIM delle vittime

Clonare una scheda telefonica è un processo complicato e richiede molto tempo. Purtroppo però, alcuni hacker hanno trovato una scappatoia per effettuare questo attacco in un tempo decisamente minore.

Leggi anche:  3 Italia regala agli utenti questi due servizi gratis in attesa del 5G

La cosa principale da fare dopo aver puntato la vittima è ricavarne maggiori informazioni personali possibili; è importante conoscere i dati personali della vittima perché il secondo passo è quello di compilare i documenti per lo smarrimento della propria SIM.

In questo modo, il cyber criminale riceverà la nuova SIM nella via inserita e automaticamente la vittima sarà impossibilitata ad effettuare qualsiasi operazione. Una volta ricevuta la nuova SIM, l’hacker può contattare l’Istituto di Credito dove la vittima solitamente si serve e richiedere delle nuove credenziali per l’accesso al conto online.

Purtroppo non c’è una soluzione ben precisa per evitare i vari attacchi hacker, ma prestare maggiore attenzione potrebbe essere decisamente d’aiuto.