Anche tu stai pensando di acquistare un monopattino elettrico? Prima di procedere, prenditi qualche minuto per leggere questo articolo, perché sto per illustrarti tutto quel che c’è da sapere sull’utilizzo di questo nuovo mezzo di mobilità.

Partiamo dalle basi. Il monopattino elettrico può essere condotto solo da maggiorenni o da minorenni che siano titolari di patente AM. Non si possono trasportare altre passeggeri, né oggetti ed è vietata ogni forma di traino.

Il monopattino elettrico non può circolare ovunque. Esistono, infatti, delle zone vietate, ovvero i marciapiedi. Circolare sui marciapiedi è severamente vietato, e le sanzioni in caso di violazione del regolamento possono essere assai salate. I monopattini elettrici possono invece circolare in ambito urbano nelle aree pedonali (a una velocità massima di 6 km/h), nei percorsi pedonali e ciclabili, nelle piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata, su strade ricadenti in Zona 30 e nelle strade con limite di velocità di 30 km/h a velocità non superiore ai 20 km/h.

Leggi anche:  Xiaomi Mi Band 4, arrivano nuovi aspetti per i quadranti

Monopattini Elettrici, come devono essere equipaggiati

I monopattini elettrici devono essere obbligatoriamente muniti di segnalatore acustico ed illuminazione anteriore e posteriore da utilizzare a partire da mezz’ora dopo il tramonto, durante la notte ma anche di giorno, in condizioni atmosferiche avverse. Inoltre, devono essere dotati di regolatore di velocità configurabile in funzione dei limiti di velocità, freni, dispositivi retro-riflettente ed una potenza nominale massima non superiore ai 500W.

Ai sensi della Direttiva Europea 2006/42/CE, tutti i monopattini dovranno avere la marchiatura “CE. Infine, si consiglia di indossare il casco, mentre è obbligatorio indossare il giubotto o le bretelle retro-riflettenti ad alta visibilità di sera quando si circola in strade Zona 30 o su pista ciclabile. Si ringrazia il Club Italiano del Monopattino Elettrico per la realizzazione dell’infografica sottostante.