Tra gli strumenti di pagamento più diffusi al giorno d’oggi rientrano anche piattaforme piuttosto recenti quali Google Pay ed Apple Pay. Soluzioni pensate dai due colossi della tecnologia (Google ed Apple, appunto) che permettono di effettuare pagamenti online e nei negozi in modo semplice e veloce, utilizzando le carte di credito salvate sul proprio account.

Stando a quanto emerso in Rete negli ultimi giorni, però, il mondo dei pagamenti digitali potrebbe presto accogliere una new-entry: identificata con la sigla EMPSA, si tratta di una nuova piattaforma tutta europea destinata ai pagamenti digitali. Al momento si sa ancora poco a riguardo, ma l’obiettivo è quello di creare una valida alternativa alle piattaforme di Visa, Mastercard, Google ed Apple.

EMPSA, l’alternativa a Google Pay ed Apple Pay per i pagamenti

La fonte della notizia ha riferito che EMPSA conta, al momento, almeno sette membri fondatoriBluecode dall’Austria, Twint dalla Svizzera, Swish dalla Svezia, Vipps dalla Norvegia, MobilePay dalla Finlandia e dalla Danimarca, Bancontact Payconiq dal Belgio e Sibs (MB Way) dal Portogallo. Insieme, le aziende raggiungono oltre venti milioni di clienti.

Leggi anche:  Rivoluzione conti e carte di credito: cosa cambia da oggi per i pagamenti

Sempre la fonte ha dichiarato che a differenza di Apple Pay e Google Pay, EMPSA utilizza i codici QR per effettuare i pagamenti. Questi avverranno dunque in tempo reale non appena verrà scansionato il QR Code specifico.

Insomma, queste sono tutte le informazioni di cui disponiamo attualmente riguardo la nuova piattaforma per i pagamenti digitali. Non sappiamo ancora se la sigla EMPSA verrà adottata come nome ufficiale della piattaforma o, al contrario, sarà cambiata in futuro.