addio-whatsapp

Addio Whatsapp, non avremmo mai pensato di doverlo dire e invece per alcuni dispositivi sarà cosi. La celebre applicazione di messaggistica istantanea si chiuderà infatti a partire dal 2020 ad una serie di dispositivi definiti “obsoleti“. A rivelarlo sono gli sviluppatori stessi tramite il blog ufficiale.

Non è la prima volta che l’applicazione effettua una mossa di questo genere, probabilmente per invogliare i propri utenti ad utilizzare uno smartphone di nuova generazione. Nel 2018 era stato il turno di Nokia S40, poiché con i nuovi aggiornamenti le caratteristiche non permettevano un esperienza ottimale. Sembrerebbe che nei nuovi tagli siano inclusi anche dispositivi Microsoft e addirittura Apple, vediamo quali.

Addio Whatsapp: la lista dei dispositivi che verranno bloccati

La lista dei dispositivi che verranno bloccati è abbastanza lunga, troviamo infatti:

  • Dispositivi dotati del sistema operativo Windows Phone. La data ultima per utilizzare l’applicazione sarà il 31 dicembre 2019.
  • Smartphone di casa Apple. Dal 1 Febbraio del 2020 infatti i dispositivi iPhone 7 e precedenti verranno bloccati.
  • Dispositivi Android con installate versioni “obsolete”. Fanno parte di questa categoria tutti gli smartphone con la versione 2.3.7 del robottino verde.

Una volta appresa la notizia, Microsoft ha subito consigliato ai propri utenti di effettuare un backup delle proprie chat prima del 10 dicembre. Si consiglia inoltre l’acquisto di un dispositivo di più recente generazione, sia esso Android o Apple.

Una buona notizia arriva invece per gli utenti iOS che dal 4 aprile 2019 possono utilizzare l’applicazione Whatsapp Business. I dipendenti di un’azienda potranno infatti creare un profilo aziendale, godendo di un sistema di crittografia end-to-end più sicuro e di alcune interessanti funzioni.