La rete dati più utilizzati dai clienti Tim, Vodafone, Iliad, Wind 3, Fastweb, ovvero il 4G, ha una falla nel suo sistema che rischia di compromettere la sicurezza di tutti gli utenti, oltre che la privacy. Le ultime indiscrezioni rivelate affermano che purtroppo non vi sono soluzioni al momento se non il passaggio totale al nuovo standard 5G.

Nonostante ciò, sono moltissimi gli utenti che sfruttano il 4G senza paura ne rischi, anche se questi ultimi potrebbero sopraggiungere a breve. Niente allarmismi però, perché gli esperti hanno dichiarato “l’hackeraggio” risulta molto complesso e quindi difficile penetrare nella connessione di qualcuno.

4G: quali rischi per gli utenti

Gli studiosi hanno dichiarato che il 4G soffre di una falla sui tre protocolli principali che compromette la sicurezza e la privacy. Molti cyber criminali potrebbero infatti rubar dati sensibili personali e bancari, qualora riuscissero a bypassare la connessione.

Leggi anche:  5G: la nuova rete sarà più sicura del 4G di Tim, Vodafone, Wind 3, Fastweb

Nello specifico, qualora si fosse molto vicini, gli hacker potrebbero generare una finta cella 4G a cui l’utente potrebbe inconsapevolmente agganciarsi. In tal modo poi potrebbe generare attacchi attivi e passivi. Tra tutti infatti, preoccupa il DNS Spoofing.

Gli analisti hanno dichiarato che gliattacchi sono possibili ma richiedono una strumentazione all’avanguardia, costosa e di una vicinanza con la “preda” agganciata. Di conseguenza, non è possibile avere attacchi generici, ma soltanto mirati verso alcune realtà o personaggi importanti. Ad ogni modo, il 5G dovrebbe risolvere questo problema, non presentando una tale falla nel suo codice interno. Questa problematica accelererà il passaggio al nuovo standard? In attesa, date uno sguardo ai primi smartphone 5G che stanno arrivando sul mercato.