5g

L’uomo ha da sempre paura di ciò che non conosce. Lo sviluppo tecnologico è una delle grandi cose che da sempre lo affascina seppur all’inizio lo guarda con diffidenza. Con la nuova rete 5G sta accadendo proprio questo: ancora deve arrivar sul mercato eppure ci sono i primi detrattori e gli allarmismi relativi agli ipotetici pericoli che potrebbe comportarne.

L’esposizione ad una fonte così elevata di radiazioni è un motivo di preoccupazione e rischio per le persone che temono per la loro vita. Il tutto è dovuto a tanti siti che alimentano fake news a riguardo.

Il mondo sembra essere spesso molto “chiuso” con le tecnologie di nuova generazione. Sappiamo ad esempio che grazie al 5G sarà possibile la “città del domani” e l’IoT, ossia l’Internet delle cose. Ma gli articoli allarmisti sulle problematiche del 5G stanno facendo il giro del pianeta. La cosa che spaventa di più sono proprio le radiazioni eccessive a cui saremo costantemente esposti H24.

In realtà le nuove radiazioni non saranno nocive come quelle attuali del 4G, anzi. Saranno addirittura più flebili perché le frequenze più basse non intaccheranno il corpo umano.

La fake news degli alberi abbattuti di 5G

E’ nuovissima la bufala sul 5G secondo la quale, per favore il passaggio del segnale della nuova connessione, bisognerà abbattere tutti gli alberi presenti nelle zone vicino alle infrastrutture. E’ palesemente una fake news, quindi attenzione a ciò che leggete sul Web!

La nuova rete porterà soltanto sviluppi positivi: auto a guida autonoma, fabbriche smart, operazioni chirurgiche migliorate. I risvolti positivi saranno numerosi, proprio grazie all’iper velocità e alla latenza che tenderà essere vicina allo zero.