qv89

QV89 è uno degli asteroidi che incarna maggiormente le paure degli scienziati di tutto il mondo. Solo di recente è stato presentato dalla NASA e inserito nella lista degli oggetti extraterrestri più pericolosi mai studiati. Di fatto supera anche Apophis nella scala dei rischi per l’umanità. Questi giorni stiamo osservando uno strano fenomeno dallo spazio, l’intensificazione delle minacce che ne provengono. Bisogna tuttavia precisare che di tutti i passaggi o impatti di asteroidi con la nostra atmosfera solo alcuni riescono a raggiungere la Terra.

QV89: gli scienziati ipotizzano un rischio impatto, le ultime novità

A causa degli aumenti del rischio di impatto con il nostro pianeta, gli scienziati sono al lavoro per mappare tutti gli asteroidi che passeranno vicino alla terra. Questo renderà successivamente necessario uno studio di contromisure per evitare epiloghi apocalittici. Nella lista degli meteoriti più pericolosi troviamo ai primi posti proprio QV89 ed Apophis.

Sembrerebbe che anche l’asteroide Bennu rappresenti una minaccia per la Terra, con dimensioni paragonabili ad Apophis. Tutta questa serie di annunci è pervenuta durante la Conferenza sulla Difesa Planetaria, durante la quale è stato stimato che QV89 arriverà sulla Terra il 9 settembre 2019.

L’agenzia spaziale Europea ESA ha compiuto una serie di studi sul corpo extraterrestri, tra cui la probabilità e la distanza di passaggio. Nel primo caso si parlerebbe di una possibilità su 7000, un numero elevatissimo che è destinato a crescere. Nel secondo caso invece si è stimato un passaggio a 6,7 milioni di chilometri dalla Terra.

Anche se la distanza è molto maggiore di quella tra Terra e Luna e le dimensioni del corpo non sono eccessive gli scienziati si sono comunque detti preoccupati. I campi gravitazionali terrestri sarebbero infatti in grado di influenzare l’asteroide, causando una modifica alla traiettoria. Questa eventualità rende necessario lo studio di contromisure di emergenza, per evitare le conseguenze già anticipate.