huawei-shipment-smartphone-device-aumento-ban-trumpHuawei vuole che gli Stati Uniti rimuovano il divieto per commercio illegale dell’azienda, affermando che danneggerà milioni di consumatori in tutto il mondo.

Il governo degli USA ha inserito Huawei nella sua “Entity List”. Ciò significa che le aziende statunitensi non possono fare affari con la compagnia senza una licenza speciale. L’azienda cinese, tra le più grandi al mondo, fa affidamento sulle aziende statunitensi come Google e Microsoft per costruire le proprie attrezzature. “Gli USA utilizzano la forza di un’intera nazione contro una società privata”, ha detto il funzionario legale Song Liuping, in una conferenza stampa.

Huawei chiede una mozione a un tribunale di Plano, in Texas, per decidere se la disposizione che impedisce al governo e ai suoi appaltatori di utilizzare apparecchiature dell’azienda sia costituzionale. L’amministrazione Trump sostiene che la società potrebbe utilizzare le sue attrezzature per spiare per conto del governo cinese. Quindi, è una minaccia per la sicurezza informatica internazionale. “Questa decisione danneggia i nostri clienti in oltre 170 paesi. Ci sono oltre 3 miliardi di clienti che utilizzano prodotti e servizi Huawei in tutto il mondo“, ha affermato Song.

Leggi anche:  Facebook, Apple, Google e Amazon minacciate dal governo statunitense

La lotta tra Huawei e USA continua, stavolta l’azienda cinese replica chiedendo una difesa equa

Huawei, il cui quartier generale degli Stati Uniti si trova a Plano, ha avviato una causa a marzo. La legge punisce selettivamente la società presumendo la sua colpevolezza senza un processo. Le mosse contro l’azienda in realtà fanno parte di una più ampia guerra commerciale. Infatti, le due parti sono anche le due maggiori economie al mondo. Questa guerra ha imposto a entrambe le parti miliardi di dollari di tariffe punitive per i prodotti di entrambi.

Le mosse contro Huawei hanno già influenzato le partnership statunitensi della compagnia. Google ha detto che continuerà a supportare gli smartphone Huawei esistenti. Tuttavia, i dispositivi futuri non avranno le app e servizi di punta, incluse mappe, Gmail e ricerca. Un cambiamento che probabilmente renderà i telefoni Huawei meno allettanti. “Oggi sono le telecomunicazioni e Huawei”, ha detto Song, “Domani potrebbe essere il tuo settore, la tua azienda, i tuoi consumatori. Non è una cosa normale”.