Nelle prossime settimane, i clienti dei principali operatori telefonici italiani, Vodafone, TIM, Wind e Tre, dovranno fare i conti con prezzi aumentati delle offerte.

Per quanto legittime possano essere, le rimodulazioni tariffarie rappresentano sicuramente un fastidio per i clienti coinvolti che, in tal caso, potranno decidere se recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza spese aggiuntive.

Rimodulazioni: gli aumenti di Vodafone, TIM e Wind-Tre

La prima compagnia a introdurre alcune rimodulazioni delle tariffe sarà TIM: a partire dal 13 giugno i clienti le offerte Tim Ten Go, Tim Planet Go e Tim Special Old subiranno un aumento di 1,99 euro al mese. I clienti coinvolti dalle rimodulazioni possono attivare l’opzione 20 GB di Internet aggiuntivi al mese o chiamate illimitate.

Per quanto riguarda Vodafone, a partire dal 15 luglio il canone mensile di alcune tariffe aumenterà di 1,98 euro. Secondo alcune segnalazioni, le offerte coinvolte sarebbero Vodafone Special Minuti 50 Giga e Vodafone Special 1000 4GB. A partire dal 14 luglio, invece, l’offerta Internet Abbonamento di Vodafone avrà un costo di 5 euro al mese, ma aggiungerà 5GB di Internet.

Leggi anche:  Vodafone: disponibile la Special Minuti 50 GB solamente per alcuni utenti

Anche Wind ha previsto aumenti su alcune tariffe. In particolare, secondo alcune segnalazioni, a partire dal 16 giugno le offerte della gamma Wind Smart subiranno un aumento tariffario fino a 2 euro in più al mese. L’operatore non ha però ancora ufficializzato la notizia sulla sezione Wind Informa del suo sito ufficiale.

Aumenti in arrivo anche per alcuni clienti Tre: Play 30 Plus passerà da 4,99 a 7,99 euro al mese, mentre Play 30 Unlimited passerà da 6,99 a 9,99 euro al mese. I clienti coinvolti possono attivare gratuitamente l’opzione 50GB di Internet aggiuntivi al mese.