PosteMobile

Tutti gli utenti che possiedono una SIM dell’operatore virtuale PosteMobile hanno accesso ai servizi a sovrapprezzo o VAS, che richiedono un costo aggiuntivo rispetto ai servizi previsti nell’offerta attiva.

I clienti però, hanno la possibilità di richiedere il blocco di accesso ai servizi sovrapprezzo per evitare di incorrere in pagamenti supplementari, dovuti all’attivazione di servizi mai voluti. Ecco tutti i dettagli.

 

PosteMobile: bloccare l’accesso ai servizi sovrapprezzo

Solitamente i servizi a sovrapprezzo consentono di ottenere contenuti di genere diverso, come suonerie, loghi, video e notizie, da sfruttare sul proprio smartphone. La maggior parte delle volte gli utenti si ritrovano questi servizi attivi, ad un costo settimanale abbastanza elevato, senza averli mai richiesti. I clienti di PosteMobile hanno la possibilità di verificare i servizi a sovrapprezzo attivati sulla propria SIM, entrando nella propria area personale del sito ufficiale dell’operatore.

Leggi anche:  CoopVoce: rimangono pochi giorni per attivare la ChiamaTutti Pop

Nel caso in cui doveste trovare dei servizi attivi, vi basterà seguire le indicazioni sul sito per disattivarli. Oltre alla facoltà di disattivare singolarmente i servizi a pagamento, l’operatore fornisce ai propri clienti un più sicuro strumento di salvaguardia, ovvero il blocco dell’accesso ai servizi appena citati.

Per richiedere il blocco in questione dovrete chiamare gratuitamente il numero del Servizio Clienti (160) o compilare ed inviare l’apposito modulo disponibile sul sito ufficiale dell’operatore. Gli utenti che lo desiderano hanno la facoltà di scegliere anche quale categoria bloccare. Non vi resta che visitare il sito ufficiale dell’operatore per compilare il modulo o dare una sbirciata a tutte le offerte disponibili in questo periodo.