Huawei Mate 20 Pro

Sono state ore sicuramente molto difficili e delicate per l’azienda cinese Huawei, dopo il ban imposto da Google che non garantisce più all’azienda il supporto e tutti i vari servizi relativi ad Android. Ci sono inoltre molti dubbi sul destino che toccherà agli smartphone targati Huawei attualmente in commercio, ci si chiede se verranno aggiornati più o se le applicazioni di Google funzioneranno ancora. E, purtroppo, uno degli smartphone più riusciti dell’azienda è stato subito colpito da questa situazione, cioè il Huawei Mate 20 Pro. Nelle ultime ore, infatti, Google ha rimosso dal sito ufficiale degli smartphone che avevano aderito al programma beta di Android Q proprio questo dispositivo.

 

Huawei Mate 20 Pro fuori dalla beta di Android Q

Sembra non avere più tregua la ormai famosa azienda cinese Huawei. Da diverso tempo il governo statunitense di Trump e l’azienda Huawei si trovavano in rapporti commerciali non certo dei migliori. E ora, con l’arrivo del ban da parte di Google e a catena anche da parte di altre aziende (come Intel, ad esempio) la situazione potrebbe peggiorare ancora.

Leggi anche:  Google Maps: spostarsi diventa un'operazione segreta con questa funzione

Stamattina, però, il governo statunitense ha concesso una licenza di 90 giorni a Huawei. Sembra quindi possibile una tregua tra i due. Tuttavia, sembra che Google non la pensi così. Nonostante la concessione di questa licenza, infatti, nelle ultime ore lo smartphone Huawei Mate 20 Pro è stato rimosso dal sito ufficiale degli smartphone che avrebbero aderito alla beta di Android Q.

Huawei Mate 20 Pro era attualmente l’unico smartphone dell’azienda cinese ad aver potuto aderire a questa beta del nuovo sistema operativo ma ora, a causa di questa situazione, è stato totalmente rimosso. Ora i dubbi sul futuro di questo e di tutti gli altri smartphone di Huawei appare ancora più in crisi.